Hummus e la femminilità mediorientale

Cos’hanno in comune l’hummus, Dalida e Ella Zahlan? La risposta è molto semplice: il fascino mediorientale espresso in delicatezza e seduzione.

Ella Zahlan è una stilista libanese  molto amata dal nostro Paese. L’amore inizia nel 2007 quando, grazie all’invito dell’allora Ministro per il Commercio Internazionale Emma Bonino, diventa la prima stilista araba a sfilare per Altaroma, centro propulsore della haute couture italiana e nuova piattaforma di lancio per i designer emergenti. Emma Bonino la ha anche eletta membro ufficiale del Council of Arab Business Women all’interno del Forum Italiano per i Giovani Imprenditori. Nel 2008 riceve invece  il premio di “Miglior Stilista dell’anno non Italiana” direttamente da Giorgio Napolitano durante l’evento Movie Festival. Sicura del suo successo sempre nel 2008 lancia una nuova linea, Ready-to-wear, dedicata alle donne cosmopolite che non vogliono rinunciare alla loro femminilità. Da allora è riuscita a conquisatre il cuore di tantissime vip tra cui Paris Hilton, Ivana Trump, Fergie, Pink e molte altre.

E parlando di Ella Zahlan non possiamo che valorizzare uno dei piatti più famosi del suo Paese d’origine e di tutto il mondo arabo: l’hummus

 

Hummus Ingredienti:

– 500 g di ceci

– 7 cucchiai di tahina

– 1 cucchiaio di cumino

– 2 spicchi d’aglio

– succo di un limone

– 2 cucchiai di sale

– acqua

Da servire con:

– olio di oliva

– paprika

– cumino

Esistono due tipi di preparazione, quella express e quella normale. Quella express prevede l’utilizzo di ceci in scatola già cotti e pronti all’uso.  Quella tradizionale invece richiede tutto il procedimento di ammollo dei ceci per una notte intera in acqua e bicarbonato e la cottura di almeno un’ora e mezza in acqua abbondante.

Una volta che i ceci sono pronti (cotti) frullarli con tutti gli ingredienti, ammorbidendo con l’acqua. Per un gusto migliore si consiglia di utlizzare l’acqua della cottura. Una volta uniti e mixati  gli ingredienti, mettere in frigo per almeno un paio d’ore. Da servire con un po’ d’olio d’oliva, paprika e pane a volontà (azzimo sarebbe quello più adatto). E’ un ottimo accompagnamento a verdure crude e come antipasto.

E Dalida? La cantante è un’icona per quanto riguarda la fusione tra mondo arabo ed europeo. Nata in Egitto da genitori italiani, ci ha sedotti con la sua chioma bionda anticonformista per i lontani anni 60. Non a caso Ella Zahlan le ha dedicato un’intera collezione tra il 2007 e il 2008.  Un’unione incredibile tra cascate di ricami, paillettes e organze. Insomma un’atmosfera da Mille e una Notte che contraddistingue ancora lo stile di questa creatrice.

ellaella2 ella3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un saluto sulle note di Dalida e di  una delle mie canzoni preferite.  Un grazie a Venera per avermi ispirato questo post.

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “Hummus e la femminilità mediorientale

  1. Adoro l’Egitto , ci sono stata già due volte… È un posto davvero magico! Questa ricetta la proverò presto , cos e la tahina?!

    • La Tahina è una pasta di semi de sesamo bianco un po’ sullo stile del burro d’arachidi. E’ un alimento usato nel medio oriente e in nord Africa. In Egitto non ci sono ancora mai stata ma è nella lista dei posti da visitare 🙂 A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...