Pollo al curry con zucca e patate

Finalmente un po’ di sole! Oggi sembrava proprio primavera e questo sole spumeggiante mi ha dato un po’ di ispirazione.
Per festeggiarlo mi sono buttata sul giallo e sull’arancione.
Pollo al curry con zucca e patate.
Ho tagliato due bistecchine di pollo in tanti pezzettini e li ho infarinati. In una pentola ho preparato un po’ di olio ev e un cucchiaio di curry e in seguito ho fatto saltare e croccare i pezzetini di pollo.
Ho poi tagliato 3 patate e mezzo quarto di zucca a quadrettoni e li ho cotti a vapore.
Per accompagnare il tutto, ho poi pensato ad una crema al curry: 100 ml di panna, 1 cucchiaio di maizena e 3 cucchiaini di curry. Ho cotto il tutto fino ad ottenere una crema densa.
Il risultato solare mi ha resa effervescente!

pollo al curry

 

 

pollo al curry2

 

 

pollo al curry3

Curiosando nel web ho trovato una mise perfetta!

Anche Jennifer Aniston ha voluto calcare il red carpet degli Oscar indossando i colori del sole (Valentino).

aniston_0x440

Ma sarà poi vero che è incinta?

Annunci

San Valentino

E anche quest’anno è arrivato San Valentino, la festa degli innamorati!
Questo giorno per me ha un significato particolare, non solo perchè è il mio onomastico, ma anche perchè l’ho festeggiato fin da bambina con i miei genitori.
Per valorizzare questo appuntamento ho pensato ad una ricetta semplicissima!
Rimbocchiamoci le maniche e impegnamoci per sfornare i nostri biscotti sablés!
Ingredienti:

– 200 g di farina
– 50 g di Maizena
– 125 g di zucchero
– 1 sacchettino di zucchero alla vaniglia
– un pizzico di sale
– metà bustina di lievito
– 125 g di burro

In una ciotola inserire il burro tagliato a cubetti e l’uovo. Lavorare bene il tutto con le manine e inserire poi tutti gli altri ingredienti. Mettere in frigo la ciotola con l’impasto per 15 minuti. Stendere poi la pasta e con delle formine a vostro piacimento ricavare i vari biscotti. Disponete poi il tutto su un foglio di carta da forno e fate cuocere in forno per 20 minuti.
Ecco fatto.
Per le decorazioni potete utilizzare del cioccolato fuso a bagnomaria o della glassa di zucchero.
20130213-192845.jpg

Questa settimana navigando sul web ho trovato un sacco di cosucce carine per chi ama scambiarsi regali in questa occasione.
Qui sotto troverete le idee più in 🙂

1. Anello Dodo by Pomellato; 2. Acqua Evian edizione limitata 2013 Diane von Fustenberg; 3. Occhiali a cuore di Lolita Lempicka; 4. Profumo Happy Heart by Clinique; 5. Orologio Swatch "A la folie"; 6. Salvadanaio by Bathroom Graffiti; 7. Penna USB Swarosvki; 8.Ovo per la cottura delle uova a forma di cuore; 9. Portamonete Gucci

1. Anello Dodo by Pomellato; 2. Acqua Evian edizione limitata 2013 Diane von Fustenberg; 3. Occhiali a cuore di Lolita Lempicka; 4. Profumo Happy Heart by Clinique; 5. Orologio Swatch “A la folie”; 6. Salvadanaio by Bathroom Graffiti; 7. Penna USB Swarosvki; 8.Ovo per la cottura delle uova a forma di cuore; 9. Portamonete Gucci

Tempo

Eh no! Anche se tutte le reti televisive, le radio, internet, blog e contro blog non parlano che dell’emergenza neve, qui si parla del tempo inteso in minuti! 🙂

Diciamo che stamattina quando mi sono svegliata ha iniziato a ronzarmi in testa la canzone “Tempo” di Jovanotti. Ricordate?

E non m’annoio
E no che non m’annoio, non m’annoio
Io no che non m’annoio,
non m’annoio
No che non m’annoio, no che non
m’annoio

Tempo
Prezioso

Diciamo che le mie giornate, con l’arrivo della baby sono diventate più frenetiche che mai e non voglio immaginare cosa sarà quando riprenderò il mio lavoro. Beh questo per dire che a volte anche fare una pasta diventa un’impresa, soprattutto per chi come me non vuole cadere nella monotonia e nella noiosa quotidianità. Questo principio vale anche a tavola…ci mancherebbe!

Tra le mie ricette “Muoviti a inventarti una pasta, hai meno di un’ora” vi racconto la “Peperoni, pancetta e rosmarino“.

Penne peperoni pancetta e rosmarino

Per 2 persone

-1 peperone giallo

– 250 g di pancetta affumicata

– un po’ di rosmarino

– olio di oliva extravergine

-200 g di mezze penne

Tagliate il peperone a cubetti e fate andare a fuoco basso con un po’ di olio. Aggiungete dopo 5 minuti la pancetta e il rosmarino. Mescolate di tanto in tanto e lasciare sul fuoco per circa 20 minuti. Quando la pasta sarà al dente unite il tutto e servite. Facile, veloce e senza troppe preoccupazioni.

Ma visto che il tema centrale della giornata sembra essere proprio la neve, non possiamo non parlare delle tenute sportive. Dovete sapere che questo genere di abbigliamento è diventato un nodo importante della moda solo negli anni 60. Penso ad esempio a Michèle Rosier che lancia nel 1962 VdeV ossia “Vêtements de Vacances” e che rende l’abbigliamento da sci e sportivo in generale, una scelta leggera ideale da portare anche in città.

Ensemble de ski VdeV. 1966

Ensemble de ski VdeV. 1966

Buon inizio settimana!

Colazione sull’erba

Alzi la mano chi non ama fare i picnic!

Pranzare o cenare distesi su un bel prato non è certo cosa da poco…a volte si rivela il miglior ristorante per quanto riguarda l’atmosfera per lo meno! In un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo, potrebbe essere anche un bel pretesto per uscire e provare qualche cosa di chic e bobo (bourgeois bohème), senza spendere fortune o fare scomode rinunce! Dal punto di vista della preparazione culinaria, non è certo difficile organizzare un picnic: basta un panino e una bibita. Ma se piacciono le cose belle, questo momento potrebbe diventare magico anche per i piatti proposti. I miei preferiti sono i picnic a due, di sera, con una coperta e mille candele. L’avete mai provato? Lo consiglio a tutti i romanticoni 🙂

Colazione sull’erba
Autore: Manet
Data:1862-1863
Ubicazione: Musée d’Orsay (Parigi)

La preparazione del menu dipende dai commensali. Se si tratta di un gruppo di amici o familiari o da un’unica persona davvero speciale. La cosa importante in entrambi i casi è che i cibi siano freschi e che non abbiano bisogno di essere riscaldati. Se gli invitati sono diversi, meglio puntare su un piatto semplice che metta d’accordo tutti come un’insalata di riso, di pollo, di pasta o un bel misto di insaccati, formaggi e pane.

Se invece si tratta di un tête-à-tête consiglio a tutti di proporre qualche cosa di sfizioso e gustoso, difficile da dimenticare. Spazio alla vostra fantasia gastronomica e al vostro amore per i sapori.

Il tutto dev’essere per forza accompagnato da bevande fresche o da un buon vino in bottiglia…in questo ultimo caso se usate i flut in plastica, oltre a fare una bella figura, preserverete il profumo del vino appena stappato.

Ideale per un picnic di gruppo è la quiche o torta salata. Facile e veloce da preparare vi permette di proporre un piatto completo e gustoso. Il bello delle quiche è che potete farcirle con qualsiasi ingrediente dalla carne, alle verdure, passando per il pesce e gli insaccati. Gli ingredienti base che vi servono e che stanno alla base di qualsiasi quiche sono :

– 1 rotolo di pasta brisée

– 2 uova intere

– 40 cl di panna liquida

– 200 g di Emmental grattugiato

Mettete la pasta brisée in una tortiera utilizzando la carta sa forno. In una ciotola sbattete le 2 uova con la panna e i 200 g di Emmental. A questo punto inserite gli ingredienti che più amate. Io ho optato per:

– 4 fette di prosciutto cotto sminuzzato

– 3 pomodori maturi tagliati a fettine o dadini

– 50 g di olive a fettine

Quiche

E come non pensare alla tenuta ideale per un picnic!!!

Solitamente si tratta di un’attività estiva anche se in autunno non è male pranzare attorniati da mille colori caldissimi come le mille tonalità del giallo, del rosso e dell’arancione.

La tenuta dev’essere per forza di cose comoda ma curata nei dettagli. L’accessorio aiuta sempre per questo genere di imprese 🙂

Proposta da Colazione sull’erba

Shorts e maglia Quiksilver.
Orecchini, collana e anello Accessorize.

Victorine Meurent (la donna nuda) avrebbe, ai suoi tempi, suscitato uno scandalo anche vestita così! 🙂

Dolce &… Salato!

Con questo freddo la cosa migliore è dare spazio alla creatività! Quindi ho cercato di sfogare un po’ la mia vena artistica e sono approdata nel mondo dei bigné. Eh già…a dire il vero non è stata subito una buona idea perchè il mio esperimento culinario non è riuscito al primo colpo e ho fatto un bel flop! Ma bando alle ciance! Dei bei bigné salati e via! Li chiameremo: troppo difficile… passiamo alla ricetta…oltre ai bigné gli altri ingredienti utilizzati sono stati i carciofi, la panna, la besciamella e la patata dolce.

Per preparare i bigné c’è bisogno di tanta pazienza e soprattutto tanto amore 🙂 . Per realizzare circa une sessantina di bigné bisogna far bollire 1/2 litro d’acqua e 200 g di burro con un pizzico di sale. Quando l’acqua bolle inserire 250 g di farina e mescolare vigorosamente, a fuoco basso, finché non si forma una pellicola bianca sul fondo della pentola e la pasta non si stacca completamente dalle pareti. A questo punto bisogna lasciar raffreddare l’impasto completamente. In seguito aggiungere all’impasto 7 uova, molto lentamente e mescolare con tantisssssimo amore il tutto, anche se il braccio vi fa malissimo (se avete una plenataria, usatela)! A questo punto preparate le teglie del forno, che avrete nel frattempo preriscaldato a 220°, e con una ‘poche’ fate delle noci di pasta ben separate tra loro. A questo punto inserite la teglia in forno ma non chiudetelo…è l’errore che ho fatto io e che mi ha causato il flop di cui vi parlavo…lasciatelo un po’ aperto, in modo che il vapore esca dal forno. Fate cuore a 220° per 7 minuti poi abbassate il forno a 180° e lasciatelo andare per altri 20 minuti. Se non si sgonfiano…il gioco è fatto!

Per il ripieno, ho pensato al gusto del carciofo che ho reso delicato attraverso l’utilizzo della panna. Ho cotto tre cuori di carciofo con un po’ d’aglio, olio e un po’ di sale aggiungendo di tanto in tanto un po’ d’acqua. Una volta cotti ne ho 2 messi nel mixer assieme all’acqua che avevano rilasciato e ho “cristallizzato” il composto con l’aiuto di un passino. Ho lasciato raffreddare e ho montato un bricchetto di panna liquida in una ciotola congelata (messa nel freezer la sera prima). Ho poi unito la purea di carciofi con la panna e con una siringa ho riempito i bigné.

Per il “cappello” ho pensato alla patata dolce. Ne ho tagliata metà e ne ho fatto pezzettini. Li ho fatti cuocere in un pentolino con un po’ di burro e acqua. Una volta cotto il tutto, anche questo dentro il mixer. Mentre si rapprendeva, ho fatto un po di besciamella: ho sciolto 50 g di burro ho aggiunto un cucchiaio e mezzo di farina, un po’ di sale e ho diluito il tutto con 250 ml di latte fino a creare una crema densa. A questo punto ho unito la crema di patate dolci e la besciamella. Ho poi versato un cucchiaino di questa crema sopra ad ogni bigné.

A questo punto ho disposto sul piatto i bigné sui lati e al centro il terzo carciofo. Per decorare ho tostato un disco di parmigiano nel forno e l’ho inserito nel carciofo leggermente inciso. Per completare il tutto e richiamare il sapore del ripieno dei bigné, ho coperto il carciofo con un po’ di crema rimasta dopo aver riempito i bigné. Il risultato è questo:

Sembrano dolci vero? Eh già…Dolce & Salato…ma parliamo ora del Dolce che va con Gabbana!

Linee morbide, ricami e foulard sono le carte vincenti della collezione primavera estate 2012 di Dolce & Gabbana e D&G.

Per l’estate pensate quindi a munirvi almeno di un foulard da portare al collo o da annodare alla borsa. Poi se riporta frutti e verdure come quelli proposti dalla Maison milanese, tanto meglio! Altrimenti potrete optare per questa gonna o questa camicia se vi piace osare!
E siamo giunti alla fine … non sono riuscita a dare un nome al mio piatto…voi che nome gli dareste? I VOTI SONO APERTI!!!!

La femminilità del gusto

Anche Chanel ha deciso di abbinare moda e cucina ricercata e a dimostrarcelo è stato proprio Karl Lagerfeld ideatore della sfilata “Paris-Bombay Express”, un omaggio all’idea poetica di stile british chic e influenza indiana. Sulla passerella osserviamo la collezione Métiers d’Art 2012, una vera e propria dedica al patrimonio artistico francese.
È proprio da qui, che ho deciso di partire con il mio blog perché Chanel, per me è la sintesi perfetta dell’eleganza degli stili e dell’armonia femminile della donna moderna. Nessun eccesso ma pura femminilità.
Prima di pensare alla mise di una bella serata all’insegna della delicatezza, mi concentrerò sulla femminilità del gusto.

Ho cercato di pensare ad un menu semplice, leggero ma raffinato e gli ingredienti che mi sono venuti subito in mente sono stati la melanzana, il pesce e il cioccolato bianco.

Partiamo dall’antipasto: Caviale di melanzane

Ottenere questo caviale “vegetariano” è molto semplice.

Infilate nel forno a 180° due melanzane tagliate a metà e lasciatele cuocere per circa 45 minuti. Nel frattempo mettete nel mixer 1 cipolla, 1 spicchio d’aglio, 2 pomodori sbucciati, un po’ d’olio, sale e delle erbette aromatiche. Passati i 45 minuti estraete dal forno le melanzane e sbucciatele. A questo punto inserite anche queste nel mixer e frullate il tutto. Ora non resta che mettere il tutto in frigo per almeno un paio d’ore. Il caviale di melanzane è da servire con del pan tostato o se preferite con delle gambe di sedano. Semplice no?!

Passiamo ora al piatto principale: Halibut in fiore di fagiolini piatti e anice

Halibut in fiore di fagiolini piatti e anice

Ho scelto un pesce non molto conosciuto ma a mio parere delicatissimo e facile da cucinare. L’halibut è un pesce dell’oceano Pacifico ed Atlantico ed è anche chiamato Ippoglosso.

Anche questa volta la preparazione è molto semplice. Preparate il forno a 180°. Nel frattempo inserite il pesce  e i fagiolini in una teglia con un po’ d’acqua, olio e qualche rametto di anice. Fate cuocere per circa 45 minuti e controllate che il pesce non si secchi. Una volta terminata la cottura, sminuzzate l’halibut e ponetelo in un piatto. Vicino disponete i fagiolini piatti. Questo piatto è buonissimo caldo ma anche freddo. Se lo preferite in versione “fresca” consiglio di aggiungere una goccia di un buono olio di oliva e un po’ di succo di limone (a freddo). Decorate a piacimento!

Infine…per concludere in dolcezza: Nuvola di cioccolato bianco e basilico

Nuvola di cioccolato bianco e basilico

Per la pasticceria e i desserts in generale, le dosi e le porporzioni sono fondamentali…quindi nel caso vogliate riproporre questa ricetta seguitela bene. Non è difficile e in più è velocissima.

Quello che vi serve:

40 cl di latte – 10 cl panna liquida – 4 rossi d’uovo – 2 cucchiai di zucchero – 2 cuccchiai di maizena – 100 gr cioccolato bianco – 4 ciuffi di basilico

Prendete 2 cucchiai di latte dai 40 cl e uniteli alla maizena pensando bene a mescolarli. Sminuzzate il cioccolato bianco in pezzetti e sfogliate i ciuffi di basilico. Mettete sul fuoco un pentolino con il latte e la panna. Prima che giunga a ebollizione inserite le foglie  di basilico e coprite il tutto. È importante che il composto prenda il profumo del basilico quindi lasciate le foglie in infusione almeno 15 minuti. In seguito mixate il tutto. A questo punto potete passate alle uova e allo zucchero: sbattete bene il tutto come se fosse zabaione. Unite lo “zabaione” al composto latte-maizena ed incorporate l’infusione di basilico aiutandovi con un passino. Il più è fatto! Adesso inserite la miscela in un pentolino e fate cuocere, mescolando, finchè non diventa bello denso e spegnete la fiamma. È ora arrivato il momento del cioccolato bianco: inserite i pezzettini e continuate a mescolare fino ad ottenere una crema senza grumi. Ecco fatto! Ora disponete la crema in una coppa o in bicchiere e mettete in frigo per un paio d’ore, almeno. Adesso tocca a voi per la personalizzazione di questo dessert. Io ho voluto valorizzarlo inserendo una nota acida, data dal mandarino (spelato) e una nota “dura” data da pezzettini di cioccolato bianco spezzettati in superficie.

Che ne pensate?

E adesso passiamo alla “ricetta” fashion! Con un menu raffinato e delicato, ho pensato subito a Chanel.

I colori della raffinatezza sono il bianco e il nero e su questo non ci piove. Altra caratteristica fondamentale deve essere la semplicità valorizzata da un accessorio o da diversi accessori che devono essere sempre ben piazzati.

La mise que vi propongo è questa:

.

Una giacca stile Chanel  Mango e vestito (in super sconto)!!!

Per quanto riguarda gli accessori, potrete sbizzarrirvi su Bijou Brigitte.