La chiamano Baguette

Oggi ho deciso di parlarvi della Baguette.
Baguette, in francese, significa “bacchetta” ma non leggerete nulla sulla “baguette magique” di Harry Potter…in questa occasione per lo meno !
La baguette è un famosissimo pane francese dalla forma lunga ed affilata. La si trova ad ogni angolo da Parigi, a Bordeaux, a Marsiglia, Nizza o Lione. La troverete anche in tutte le tavole delle case francesi ed è la testimone indiscussa di tutti i viaggi in métro, autobus, tram dei francesi che rincasano dopo il lavoro.

Le sue origini non sono certe…c’è chi sostiene che la sua forma allungata sia stata proposta durante il periodo napoleonico per permettere ai soldati di infilare il pane lungo un’apposita tasca posizionata sul lato dei pantaloni…altri invece pensano che la città d’origine sia stata Vienna e che sia poi questo tipo di pane sia stato esportato a Parigi negli anni Venti. La tesi più accreditata ritiene invece che la baguette sia stata inventata per permettere agli operai allora impiegati nella realizzazione della metropolitana di Parigi, di rompere il pane senza l’uso del coltello. Questa accortezza era stata voluta per impedire o comunque ridurre l’introduzione di armi nei cantieri della metropolitana.

Baguette

Questo pane si caratterizza oltre che per la sua bontà anche per la sua praticità di trasporto e farcitura. Esistono infatti anche delle mini-baguette ideali per accogliere qualsiasi tipo di ripieno: dagli insaccati, al formaggio, al pesce…Le sandwicheries francesi si sbizzarriscono proponendo ricette sempre più sofisticate e golose.

L’altra baguette di cui vi voglio parlare è quella del mondo della moda: la Baguette Fendi.

Baguettes Fendi

Lanciata nel 1997 è diventata una borsa simbolo e non solo negli anni Novanta. Si tratta di una borsetta dalle dimensioni contenute che si porta sottobraccio, proprio come fanno i francesi con la baguette di pane. Da qui deriva appunto il suo nome. Oggi la ritroviamo in più di mille versioni e quest’anno la casa Fendi ha deciso di festeggiarla, dedicandole un libro-raccolta “Baguette”.

Baguette Libro 2012

Potrete trovare maggiori informazioni, curiosità e testimonianze accedendo al sito Fendi Baguette.

La torta alle carote…è arrivata!

E ce l’abbiamo fatta! Finalmente sono riuscita a sfornare una torta alle carote come si deve! Devo dire che il risultato non era quello che immaginavo … in realtà collegavo l’immagine di questa torta alle Camille del Mulino Bianco. In ogni caso il gusto è veramente interessante come la sua estrema leggerezza!
Per realizzarla è facile, la fase più lunga è la preparazione degli ingredienti. Quindi ci vogliono:
– 4 uova
– 2 tazze da the di zucchero a velo
– 2 tazze da the abbondanti di farina
– 1 cucchiaino di cannella in polvere
– 1 bustina di lievito
– 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio alimentare
– 1/2 tazzina da caffé di olio vegetale
– una spruzzata di polvere di vaniglia
– 3 tazze da the di carote tritate
– 1 cucchiaino di sale
– 1 tazza da the di nocciole spezzettate

Ci siamo! Imburrate e infarinate una teglia rettangolare e scaldate il forno a 180°.
Unite le uova, l’olio, lo zucchero e la polvere di vaniglia. A questo punto immergete lo sbattitore elettrico e lasciatelo andare per circa 3/4 minuti. Quando tutto è omogeneo inserite piano piano e mescolando la farina, il bicarbonato, il lievito, il sale e la cannella. Per ultime le carote e le nocciole.
Ecco fatto, adesso non vi resta che versare il composto nella teglia precedentemente imburrata e infarinata e inserite in forno per 50 minuti.
A cottura terminata, lasciate raffreddare la torta all’interno del forno per una ventina di minuti. Facile no?
Ora se volete aggiungere un gusto più sfizioso alla vostra tortina, vi consiglio di fare una bella crema al formaggio fresco… sì… formaggio fresco.
Per realizzarla vi servono:

– 70 g di burro
– 3 tazze da the di zucchero a velo
– 1 vaschetta di Philadelphia
– spolveratina di polvere di vaniglia

Mettete il burro in una ciotola media e inserite lo zucchero a velo e la vaniglia. A questo punto schiacciate il burro sullo zucchero e cercate di comporre una pasta omogenea. Vi sembrerà impossibile all’inizio ma basta solo un po’ di pazienza. Unite poi la Philadelphia e mescolate bene. Se il sapore vi sembra troppo dolce, aggiungete un po’ di panna da cucina secondo il vostro gusto. Io ho optato per questa opzione. Se poi volete proprio fare una cremina da chef 🙂 … aggiungete qualche nocciola spezzettata.
Questa torta è morbidissima e anche molto leggera. Se la cannella non vi piace potete non utilizzarla o sostituirla con un’altra spezia. Secondo me ci starebbero bene anche i semi di finocchio…

Per quanto riguarda il settore moda, non potevo non proporvi qualche chicca dal color carota! Ebbene sì, l’arancione, insieme al giallo è il colore del sole e della bella stagione sarebbe quindi un peccato non sfoggiarlo!

Spulciando nella rete ho trovato qualche prodotto che potrebbe valorizzare il vostro lato solare! Quindi che ne dite per esempio di questo maxi top proposto da Top Shop?

 

E di questa borsa Prada?

Altrimenti se volete optare per un accessorio semplice ma d’effetto non male sono questi due bracciali. Il primo realizzato da Sonia Rykiel, il secondo lo trovate sul sito di Nelly.

E per oggi, passo e chiudo!

Aspettando la torta di carote…quella giusta!

Questa sera avrei voluto pubblicare una bella ricetta sulla torta alle carote ma quella che ho provato a fare ieri non mi ha convinta e quindi, nel frattempo, mi concentrerò sulla sezione moda, nell’attesa di un risultato più appettitoso!

Come avrete potuto constatare, quest’estate gli ospiti d’onore saranno i colori belli carichi, quelli vitaminici. Devo dire che questa tendenza mi fa impazzire perchè potremmo osare con un giallo canarino o un fucsia acceso anche in ufficio, bello no?

Avevo previsto di proporvi degli articoli arancioni, finemente conosciuti come “color papaya”, in linea con la torta alle carote…ma vista la mancanza della materia prima, ho deciso di sbizzarrirmi!
Una marca che è sempre stata la paladina dei colori è l’azienda trevigiana Benetton. L’unione frizzante di colori è sempre stato il suo forte e quest’anno secondo me, conquisterà tanti cuori! Basta guardare una delle foto della sua campagna pubblicitaria per la primavera estate 2012.

Un festival di colori che investe non solo Benetton ma tutti i più grandi stilisti. I colori prendono forme slanciate, affusolate o montate… e la nostra fantasia non può che volare!

Escada, Louis Vuitton, Moschino, Dior

Il modello che preferisco è il primo sia per la suo effetto morbido che per il colore. A proporlo è Escada nella sua collezione primavera estate 2012. Bello con un cappello in paglia o valorizzato da orecchini lunghi e bracciale imponente. Louis Vuitton punta invece sulla raffinatezza e presenta questo spolverino a sfondo bianco valorizzato da fiori ricamati in cotone giallo. Una linea semplice ma di carattere. Il terzo modello è invece una creazione Moschino resa speciale dall’intreccio sul décolleté e dalla gonna ampia. Un modello ideale per slanciare la figura e ricordiamolo…il verde sta con tutto! L’ultima proposta è invece firmata Dior che ha puntato sul color arancio acceso e sull’unione di materiali a contrasto.

Insomma osare per credere!!!
Al prossimo post con LA ricetta della torta alle carote!